Se trovi la moneta di Budapest sei ricco: ecco quale cercare

Sebbene l’Ungheria faccia parte dell’Unione Europea dal maggio 2004, il paese continua a utilizzare la propria valuta locale, il fiorino ungherese. Fino al 1999 il fiorino ungherese era diviso in 100 filler. Da allora, lo stato ha deciso di vietare la circolazione dei filler, utilizzando solo monete da cinque, dieci, venti, cinquanta, centoduecento fiorini. Anche 1 fiorino e 2 fiorini sono fuori circolazione.

Scopriamo nel dettaglio il valore esatto di ogni singolo fiorino in circolazione. Specifichiamo, come sempre, il valore delle monete in Fior di Conio a cui faremo riferimento, denotate dalla sigla FDC. Questo acronimo è usato per denotare che le monete sono in condizioni impeccabili e non sono mai state messe in circolazione, come se il loro conio fosse appena avvenuto. Riassumendo, è chiaro che la moneta di Fior di Conio vale molto di più dell’equivalente, poiché in questo caso il valore della moneta è proporzionale alla sua conservazione.

Si scopre che il valore delle monete Brilliant Uncirculated varia anche in base all’anno di conio. Discorsi antichi a parte, alcune monete sono, per la maggior parte, più rare di altre a causa della loro minore circolazione.

Moneta ungherese da cinque fiorini

Nonostante sia una delle più belle monete ungheresi, il fiorino ungherese da 5 fiorini è la moneta di valore più basso in circolazione per la presenza della speciale agretta uccello che ricorda l’airone e il suo colore bronzo. , per meno di 1 euro.

Moneta da dieci fiorini ungherese

La moneta da dieci fiorini ungherese è caratterizzata dal suo colore argento. Su una facciata troviamo lo stemma della nazione magiara. Il suo valore è piuttosto modesto in quanto è poco più di 1 Euro.

Moneta ungherese da venti fiorini

Le monete da Venti Fiorini Ungheresi si distinguono per il loro colore bronzo e per la presenza dell’iris, splendido fiore noto anche in Italia come l’iris, su una delle sue facce. Nonostante la sua indiscussa bellezza, questa moneta vale anche poco più di 1 Euro.

Moneta da 50 fiorini dell’Ungheria

Per la moneta da 50 fiorini ungheresi, la zecca ungherese ha scelto l’argento e ha stampato un’aquila su uno dei due lati. Da vari sondaggi questa è considerata la più bella di tutte le monete ungheresi, ma nonostante la sua invidiabile estetica vale solo 1,50€ per i collezionisti.

Moneta da 100 fiorini dell’Ungheria

Come la moneta da 10 fiorini, anche la moneta da 100 fiorini si distingue per la presenza dell’emblema nazionale magiaro. La moneta da cento fiorini si differenzia per la sua composizione bimetallica, con rame colorato all’interno e argento all’esterno. Non a caso ricorda a distanza le 500 lire italiane. Anche per 100 HUF il prezzo è basso, poco più di 2 euro al pezzo.

Moneta da 200 fiorini dell’Ungheria

I 200 fiorini ungheresi hanno la stessa composizione dei 100 fiorini, entrambe le monete sono bimetalliche ma di colore inverso. Per essere più chiari, i dischi argentati sono all’interno e i dischi color rame sono all’esterno. Sopra una delle due facce troviamo il ponte delle catene. Questa versione della moneta da 200 fiorini ungheresi è entrata in circolazione nel 2009. Secondo le stime dei collezionisti, il suo valore è leggermente superiore alle altre monete ungheresi.