Ufficiale: le banconote dell’euro scompariranno. Come faremo?

    29
    banconote sterlina euro €20 tasse settembre 5 euro

    Il timore che le banconote dell’Euro scompariranno torna periodicamente. Molte persone sono infatti spaventate dalla possibilità che la moneta elettronica possa sostituire definitivamente il contante ed eliminare così le banconote. Quel momento, però, sembra ancora abbastanza distante.

    È infatti ufficiale che la Banca Centrale Europea ha dato mandato ad un team di esperti per lo studio di una nuova serie di banconote dell’Euro. Scompariranno, quindi, le precedenti: così come è già successo pochi anni fa con la Serie Europa, che ha soppiantato la serie originaria, così avverrà nel prossimo futuro. Vediamo di capirne qualcosa in più.

    Ufficiale: le banconote dell’Euro che scompariranno

    Pochi mesi fa la BCE ha commissionato uno studio ad un pool di esperti per l’emissione di una nuova serie di banconote, che con ogni probabilità verranno emesse a partire dal 2025. Queste banconote faranno scomparire le precedenti. Le ragioni di questa scelta derivano da più fattori. Il primo è proprio la domanda costante di contante da parte della popolazione Europea. Nonostante l’uso della moneta elettronica e delle carte sia ormai diffusissimo, il contante è ancora particolarmente utilizzato.

    A seguire una ragione di appeal: l’Euro dovrà piacere anche alle nuove generazioni. E infine motivazioni legate alla volontà di produrre meno rifiuti possibili. Le banconote sono infatti sottoposte a cicli vitali e vengono periodicamente mandate al macero e ristampate. Diminuire la frequenza di questi cicli e allungare il tempo di vita delle banconote potrebbe essere un passo importante nel mantenimento dei delicati equilibri dell’ecosistema terrestre.

    Banconote che scompariranno: come faremo?

    La sostituzione delle banconote avverrà abbastanza rapidamente e facilmente, così com’è stato pochi anni fa con il primo cambio. Saranno le banche ad emettere le nuove e a ritirare le vecchie. Nessuna paura però: i cittadini che continueranno a possedere banconote della serie originaria del 2002 o della serie Europa potranno continuare ad utilizzarle sia per spesa che per risparmio.

    Possibile però che almeno una banconota possa essere ritirata definitivamente per aiutare i paesi membri dell’UE a rispettare le norme sull’antiriciclaggio. Dopo il ritiro definitivo della banconota da 500 Euro, non più emessa a partire dal 2019, potrebbe toccare stavolta alla banconota da 200 Euro. Anch’essa è ben poco utilizzata e soggetta ad attenzioni particolari perché con pochi pezzi è possibile aggirare il limite dei pagamenti in contate da 1000 Euro.

    banconote euro