Chi troverà questa moneta sarà ricco sfondato: potresti averla tu

    67
    moneta belga errore conio 100 lire timone ape

    Le monete hanno costituito un passo fondamentale nell’ambito “finanziario” ma anche di quello legato allo scambio di merci: l’idea di utilizzare oggetti dal valore “fisso” e determinato da una singola realtà ha infatti stabilizzato il sistema economico in generale, ed è anche per questo motivo che quando si fa riferimento alla numismatica solitamente vengono in mente le monete, nello specifico lo studio e la collezione di questi oggetti. Anche chi non è appassionato infatti non può che essere almeno in curiosità dalla storia che ogni emissione si porta dietro, non a caso collezionare monete costituisce uno degli hobby più diffusi e conosciuti. Trovare una moneta di grande valore è un po’ il “sogno” di tutti.

    Chi troverà questa moneta sarà ricco sfondato: potresti averla tu

    La lira italiana costituisce ancora oggi una valuta molto interessante, anche perchè il nostro paese ha attraversato enormi cambiamenti nell’ultimo secolo e mezzo: anche le monete rifletto no questo progressivo cambiamento. Se la maggior parte delle lire in moneta fanno parte dell’epoca repubblicana, che inizia dal 1946, quelle antecedenti fanno parte del periodo monarchico. Quasi tutte le monete di questo periodo infatti recano il volto del sovrano di turno, e tra le monete più rare ed ambite in assoluto della storia italiana spicca sicuramente una edizione particolarmente rara di una 5 lire, coniata in Argento 835.

    Questa si chiama Aquila Sabauda, ed è stata coniata in un ridotto numero di esemplari nel 1901. Riconoscibilemoneta per il volto di profilo di Vittorio Emanuele III su uno dei lati, e dall’aquila sull’altro lato, con al centro il simbolo di casa Savoia, è una delle più rare e preziose in assoluto: un esempare in ottime condizioni vale oltre 20 mila euro ma se risulta essere in condizioni assolutamente perfette, il valore supera i 100 mila euro, data l’importanza storica e il numero limitatissimo di esemplari (poco più di un centinaio).