BTP a 5 anni, quanto rendono oggi? La risposta lascia senza parole

    52
    BTP italia 5 anni

    Un investimento per definizione è la volontaria spesa nei confronti di un bene mobile, immobile o in relazione ad una valuta particolare con l’intento di ricavarne un guadagno futuro. Si associa questa parola principalmente all’ambito finanziario, in quanto vengono rapidamente in mente le varie forme di borsa valori, oppure chi investe in beni di lusso. Se è sicuramente vero che non esiste un investimento sicuro e fruttifero al 100 %, anche lo stato mette a disposizioni i vari titoli, come i BTP, che garantiscono una certa percentuale di profitto. I BTP a 5 anni, quanto possono “rendere”?

    Obbligazioni di stato

    Cosa sono i BTP? I Buoni del Tesoro Poliennali sono sostanzialmente delle obbligazioni, ossia prestiti obbligazionari dello Stato italiano prendono il nome di Titoli di Stato. Sono titoli a medio-lungo termine, con una cedola fissa pagata semestralmente, e che rappresentano un modo molto utilizzato da parte dei piccoli e medi risparmiatori per ambire ad un “guadagno” futuro, evitando o quantomeno limitando la stagnazione del denaro, che genera inevitabilmente fenomeni come l’inflazione, ossia la perdita del potere d’acquisto del denaro.

    Sono investimenti a medio e lungo termine, in quanto esistono BTP con scadenza varia, da 3 fino a 50 anni. Logicamente, maggiore sarà la scadenza, maggiore sarà il guadagno. Bisogna tenere a mente che tutti i BTP presentano una percentuale di tassazione pari al 12,5%, sia per gli interessi generati  che per le plusvalenze realizzate al rimborso o alla cessione. E’ possibile acquistare i Buoni del Tesoro Poliennali attraverso le aste, messe a disposizione dallo Stato, in genere attraverso le varie piattaforme bancarie.

    BTP a 5 anni, quanto rendono oggi? La risposta lascia senza parole

    Quali sono quelli più convenienti allo stato attuale sono probabilmente quelli con scadenza a 5 anni, vale a dire nel 2027, che allo stato di cose attuale garantisce 4,73% netto dell’investimento effettuato. Nonostante gli alti livelli di inflazione si tratta di un buon compromesso tra importo “guadagnato” e lasso di tempo.

    BTP 5 anni