Questa moneta vale €100.000: ecco quale cercare. “Pazzesco”

    58
    100 lire

    C’è una moneta che vale €100.000. Beh, in realtà ne esiste anche più di una, ma questa di cui parliamo ha una storia incredibile. È infatti quasi del tutto simile ad una delle monete più diffuse in Italia nel XX secolo, e cioè la 100 Lire Minerva. Parliamo proprio di quella 100 Lire che tutti i nati prima degli anni 2000 hanno avuto per le mani almeno una volta.

    Si tratta di una vera e propria chicca del collezionismo riservata a pochi fortunatissimi possessori. E così una moneta dal volto tanto familiare è invece diventata un vero e proprio pezzo da collezione. Scopri perché nel nostro approfondimento numismatico!

    Quale moneta vale 100.000 Euro?

    La moneta che vale tutto questo danaro è 100 Lire Minerva di prova del 1954. Si tratta della versione incisa per comprendere come il disegno, destinato a diventare tanto famoso, venisse sulla lega Italma, quella realizzata appositamente per le monete in lire della Repubblica Italiana.

    La moneta è famosissima: presenta l’immagine della Dea Minerva appoggiata da un lato ad un’asta, e dall’altro ai rami di un piccolo albero di ulivo. Una vera e propria icona della storia monetaria italiana, che ha caratterizzato le nostre tasche  dalla metà degli anni ’50 fino al ritiro della Lira in favore dell’Euro, completato nel 2002.

    Le 100 Lire Minerva di prova del 1954 ha però una caratteristica unica: presenta proprio la scritta “Prova” in basso a destra nel verso dove è rappresentata la dea della Sapienza. Questa scritta moltiplica il valore della moneta per una storia tanto curiosa quanto singolare.

    100 Lire Minerva prova 1954: perché vale tanto?

    La 100 Lire Minerva di prova del 1954, infatti, non è mai circolata tra le mani degli italiani. Il tesoro e la zecca non consentirono la diffusione della moneta di prova, ma immisero sul mercato direttamente la moneta definitiva dell’anno successivo, il 1955.
    La moneta è così diventata rarissima, introvabile, cosa che la rende un pezzo da museo dal valore quasi inestimabile. I 100.000 del suo valore sono certificati dalla sua posizione nell’indice di rarità sulla scala internazionale: la 100 Lire Minerva di prova del 1954 è infatti una R3, grado che indica monete con pochissimi esemplari esistenti.

    L’altro fattore che determina il suo prezzo è che, non essendo mai circolata, non si conosce il numero preciso degli esemplari disponibili, che di fatto “emergono” quando un collezionista voglia disfarsene. Il valore tanto elevato è chiaramente riservato alla versione conservata in stato Fior di Conio.

    100 lire