Hai questo francobollo? Potresti essere ricco sfondato: FOTO

    28
    francobollo raro

    Se hai questo francobollo potresti essere ricco sfondato: è una delle frasi più ascoltate nel mondo della filatelia, che ha numerosi esemplari unici e ormai antichi che consentono ai loro proprietari di poter dire di essere in possesso di una vera fortuna. Collezionare francobolli era una cosa molto di moda: quasi tutte le famiglie avevano la propria piccola collezione nella speranza che anche i propri francobolli viaggiati prima o poi acquisissero valore.

    Il collezionismo filatelico ha per altro origini nobili: furono i Re i primi a creare delle collezioni filateliche, anche perché molto spesso il loro volto veniva riprodotto sui francobolli dove vigeva il loro dominio. Avere un esemplare di un francobollo raro rappresenta ancora oggi un sogno per moltissimi collezionisti. In questo articolo vedremo alcuni dei francobolli rari che valgono di più, con descrizione e valore.

    Il primo francobollo: il Penny Black

    Il Penny Black fu il primo francobollo emesso al mondo, per risolvere il problema del danno economico delle Poste in caso di mancato pagamento del servizio da parte del destinatario. La prima vendita al pubblico arrivò il 1º maggio 1840, e questo nonostante la data ufficiale di emissione fosse prevista per il 6 maggio successivo.

    Presenta al centro il volto della regina Vittoria, in bianco su nero. Aveva ovviamente il valore di 1 Penny e andò fuori corso nel 1855. Venne stampato in 68.158.080 esemplari, non aveva la dentellatura – che sarebbe arrivata solo più tardi – e aveva una filigrana a piccola corona. Può essere acquistato sui siti specializzati intorno agli 850 Euro (ma ci sono frequenti offerte a 560 Euro, ndr) con annullo originale.

    Questi sono i prezzi dei francobolli viaggiati, e già sono abbastanza alti. Per far comprendere il valore enorme di questo francobollo, basti sapere che di recente da Sotheby’s è andato all’asta, con una base compresa tra i 4 e i 6 milioni di Sterline, il francobollo Penny Black 1a, primo mai stampato e fino a quel momento mai messo in vendita.

    Il francobollo italiano raro più famoso: il Gronchi Rosa

    Il Gronchi rosa è sicuramente il francobollo raro più famoso d’Italia. Venne emesso il 3 Aprile del 1961 per celebrare il viaggio dell’allora presidente della Repubblica Gronchi in Perù. La distribuzione di questo francobollo venne immediatamente sospesa, dopo la vendita di poco meno di 80mila esemplare, in seguito alle proteste dell’ambasciatore del Perù che evidenziava un errore nei confini dello stato sudamericano.

    Il Gronchi rosa venne quindi corretto e sostituito dal Gronchi Grigio, ma questo errore di stampa ha segnato la storia del collezionismo filatelico nazionale. Le Poste provarono in tutti i modi a distruggere anche gli altri francobolli, ma molti sfuggirono. Il numero di esemplari circolanti è tutt’oggi dibattuto. Si sa che ne esistono 90 nei musei postali e 80 per gli omaggi diplomatici, oltre ai 79 625 sfuggiti al ritiro.

    Un recente articolo pubblicato dal quotidiano La Nazione di Firenze, in occasione dei sessant’anni dall’emissione del Gronchi Rosa, spiega che il francobollo vale circa 1000 euro se nuovo con la gomma integra. In realtà un Gronchi Rosa certificato Bolaffi oggi viene venduto a più di 1550 Euro.

    Vale invece circa 500 euro se senza gomma, quindi proveniente dalle affrancature delle buste intercettate e ricoperte con il Gronchi grigio. Le buste col ‘Gronchi rosa’ invece valgono fra i i 600 e i 900 euro, a seconda della qualità del francobollo e del loro stato conservazione. Un foglio ancora integro con quaranta francobolli può invece raggiungere la valutazione mostruosa di 80mila Euro!

    francobollo ricco sfondato