Bonus trasporti 2022, chi può richiederlo? Ecco le casistiche

39
bonus trasporti 2022

Il Bonus trasporti 2022 è una delle misure varate dal decreto Aiuti Bis che proverà a limitare il peso dell’inflazione galoppante sul bilancio delle famiglie italiane. Si tratta di una agevolazione fino a 60 euro mensili destinata ad un certo numero di persone con determinate caratteristiche e finalizzata esclusivamente all’acquisto di abbonamenti dei mezzi pubblici.

Col ritorno a lavoro e a scuola, nel mese di settembre, in un momento in cui il prezzo della benzina è ancora a livelli molto alti, saranno tantissime le persone che useranno i mezzi pubblici per muoversi verso le proprie occupazioni. E infatti le richieste arrivate fin dai primi giorni sono estremamente numerose. In questo articolo vi spieghiamo chi può richiederlo e come sta andando l’emissione.

Bonus trasporti 2022, chi può richiederlo?

Il bonus trasporti 2022 può essere richiesto da studenti, lavoratori, e pensionati che usufruiscono dei servizi del trasporto pubblico o ferroviario nazionale e che rispettino i seguenti requisiti. Le persone devono aver avuto un reddito personale ai fini IRPEF, per l’anno 2021, inferiore ai 35mila euro. Si tratta di una soglia che ritorna nel decreto Aiuti Bis in quanto identificata anche per la riduzione del cuneo fiscale su busta paga e pensioni.

Le persone richiedenti devono essere dotate di abbonamenti ai mezzi pubblici già attivi o devono essere in procinto di sottoscriverne uno. Abbonamenti validi per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale, interregionale. Il bonus può essere richiesto per sé stessi o per un minore a carico, una aggiunta utile proprio per i ragazzi che vanno a scuola usando i mezzi di trasporto locali.

Il buono è sempre nominativo, si può utilizzare per un solo abbonamento che sia esso annuale, mensile o per più mesi. Sono esclusi i servizi considerati non di prima necessità come la prima classe, e i servizi executive, business, salotto, premium, club executive, working area e business salottino.

Come richiederlo? In quanti lo hanno già fatto?

Per avere il bonus basta farne richiesta sulla pagina dedicata del Ministero delle Infrastrutture. Occorre inserire i propri dati personali, quelli del beneficiario nel caso sia un minore a carico, il reddito nell’anno di imposta 2021 (inferiore a 35mila euro, ndr) e infine l’importo richiesto che non può essere superiore a 60 Euro. Va utilizzato entro il mese solare dall’emissione. Il bonus non è cedibile e non costituisce reddito imponibile. Due giorni fa il Corriere della Sera annunciava l’arrivo di oltre mezzo milione di richieste in meno di una settimana dall’apertura delle domande.

bonus trasporti 2022