Allarme su Amazon: pazzesco, ecco chi paga di più per acquistare prodotti

Scommettiamo che, almeno una volta, ognuno di noi, ha fatto un acquisto su Amazon, vero? Amazon è un’azienda di commercio elettronico statunitense, che ha sede a Seattle, nello stato di Washington. Si tratta della più grande Internet company al mondo che ha reso il suo fondatore, Jeff Bezos, l’uomo dell’anno del 1999, a riconoscimento del successo di Amazon nella capacità di rendere popolare il commercio elettronico.

Quest’azienda fu tra le prime grandi imprese di Internet simbolo della bolla alla fine degli anni novanta ma dopo che la bolla scoppiò dovette affrontare un certo scetticismo nei confronti del suo modello di business per poi raggiungere nel’ anno 2003 un utile d’esercizio.

L’azienda venne fondata con il nome di Cadabra.com, come dicevamo prima, da Jeff Bezos il 5 luglio del 1994 e lanciata poi nel 1995. Iniziò come una libreria online ma ben presto allargò la sua gamma dei prodotti venduti a DVD, CD musicali, videogiochi, software, prodotti elettronici, abbigliamento, cibo, giocattoli e tanto altro ancora per diversificare le sue attività.

Entrò nel mercato azionario nel 1997 con un prezzo iniziale di $18,00 per azione per poi raggiungere il 30 aprile del 2020, in piena crisi COVID-19, la quotazione record di 2 474 $.

Moltissime persone però, non sono a conoscenza del fatto che su Amazon esiste un modo per poter acquistare i prodotti a metà prezzo e il trucco, abbastanza semplice, consiste nello scegliere i prodotti usati o ricondizionati. Che vuol dire ricondizionati?

Questi prodotti sono spesso articoli mai utilizzati, restituiti ad Amazon per via di un errato d’acquisto e rivenduti poi con uno sconto superiore al 50% rispetto al prodotto nuovo.

Ma per quale motivo dovremmo acquistare un prodotto che però è già stato aperto da qualcun altro?
La risposta è semplice: i prodotti sono garantiti da Amazon e, come per quelli nuovi, possiamo restituirli entro un arco di tempo di 30 giorni.

Con il termine prodotti ricondizionati viene indicata quella categoria di articoli che non possono più essere venduti come nuovi dato che si tratta di articoli solitamente resi da un cliente per motivazioni varie quali colore non corrispondente a quello desiderato o imballo non perfettamente integro oppure restituiti in seguito al riscontro di piccole imperfezioni o di malfunzionamento.

Tali prodotti, una volta resi al negoziante, vengono poi messi a posto e rivenduti come prodotti ricondizionati: il loro prezzo di vendita risulta in questo modo notevolmente ridotto rispetto al loro originario valore.