Allerta Canone Rai: ecco cosa sta succedendo, pazzesco

Il Canone Rai è una delle tasse più discusse in tutta Italia: ecco cosa sta per cambiare per quanto riguarda il pagamento

48

Siamo già a novembre e fra soli 2 mesi ci troveremo completamente immersi nel nuovo anno, in un gennaio 2023 carico di novità. Non manca infatti molto tempo a che il Canone Rai sarà tolto dalla bolletta e riscosso quindi con una nuova modalità; tuttavia, anche se questa situazione appare con un po’ di urgenza, non abbiamo notizie in merito.

Il nuovo Governo in carica non si è infatti ancora espresso sul tema, se non durante la precedente campagna elettorale e per di più, c’è chi adesso spera che il Canone Rai venga eliminato definitivamente come alcuni membri dell’attuale coalizione avevano precedentemente promesso… molto probabilmente per ingraziarsi i voti e le preferenze.

La domanda però rimane sempre quella: che cosa succederà al Canone Rai dal 1° gennaio 2023?

La risposta è molto difficile da dare visto che non c’è materiale di discussione per ora e visto che la crisi energetica che rischia di farci affrontare un inverno rigido e a rischio blackout, non ci sta aiutando per niente.

L’unica cosa sicura è che la riscossione non potrà più avvenire tramite la classica bolletta della luce. Questo perché le linee guida dell’Unione Europea, che si occupano del mercato libero, stanno impedendo l’inserimento di “oneri impropri” tra le voci che riguardano invece i costi e i consumi dell’energia elettrica. Quindi cosa dobbiamo aspettarci?

Non ci sono voci certe in merito al Canone Rai e al suo nuovo metodo di pagamento per il prossimo anno: nessuno sta più proferendo parola e molto probabilmente è così perché si tratta di una materia davvero complicata al momento che rischia quindi di provocare da subito dissenso tra i cittadini per il nuovo Governo.

Una scelta prudente è quindi comprensibile, ma almeno ci si augura che il potere Esecutivo sia già al lavoro per indicare una soluzione perfettamente percorribile.

La speranza è che tutto questo non pesi troppo sulle tasche degli italiani, ma che al tempo stesso non riporti ai livelli di evasione pre 2016, anno in cui l’abbonamento radiotelevisivo italiano è finito nella nostra bolletta.

In questi giorni se ne stanno dicendo davvero di tutti i colori e sembra addirittura che il Canone Rai includerà anche gli smartphone dato che si tratta di dispositivi atti alla trasmissione della programmazione radiotelevisiva di “Mamma Rai”. Comunque sia, ad ogni modo, non ci resta altro che attendere le nuove espressioni da parte del Governo.