Hai le 1000 Lire con Maria Montessori? Ecco quanto possono valere oggi

La banconota da mille lire raffigurante il volto di Maria Montessori è probabilmente la “versione” più riconoscibile delle antiche monete italiane e rappresenta la lira italiana nel senso nostalgico del termine, ormai fuori circolazione da quasi 20 anni. . Questa domanda è facilmente ricordata anche da chi non ha “vissuto” le monete storiche italiane, ed è stata l’ultima delle mille lire della prima metà del XX secolo: infatti fino alla seconda guerra mondiale, pur con il progressivo deprezzamento della lira, accelerata dagli anni ’70 in poi, ha comportato una significativa riduzione dell’acquisto di energia elettrica nelle mille lire, che negli ultimi decenni è stata utilizzata principalmente per piccole spese, che significa anche molto più del salario medio.

Mille lire Montessori

L’ultimo numero di Mille Lire, rilasciato come moneta intera fino al 28 febbraio 2002, raffigura il volto di Maria Montessori, la storica educatrice, dottoressa e scienziata italiana che ha rivoluzionato il modo di educare bambini e adolescenti. La banconota è stata stampata dal 1990 al 1998, ma solo nel 2001 è stata realizzata una cosiddetta serie sostitutiva, identificabile da un numero di serie che inizia con una X.
La banconota misura 110 mm x 60 mm e presenta il volto dell’educatore sul davanti, mentre un’immagine chiamata

Questo è quello che valgono

La prima collezione del 1990, contrassegnata dalle lettere AA, ha un valore compreso tra 5 e 30 euro, a seconda delle condizioni di conservazione. Le più rare e quindi potenzialmente “reddituali” sono le suddette alternative, che “viaggiano” di valore a partire da 15 euro e salgono.

Particolarmente interessanti quelle che iniziano per XA, XB, XC e XD, possono valere fino a 200€ per pezzo, se in condizioni Fior di Stampa ossia senza il minimo segno di usura e di circolazione.

Migliaia di lire raffiguranti Maria Montessori sono molto apprezzate, non solo perché rappresentano gli ultimi sviluppi prima dell’euro. Amavano la scelta del colore di quella nota, i colori chiari e luminosi e la rappresentazione del famoso educatore, neuropsichiatra infantile e scienziato morto nei Paesi Bassi nel 1952.

Come le ultime mille lire in corso, sono anche le più memorabili per la maggior parte degli italiani. Soprattutto quelli nati negli anni ’80 e ’90. Poi la grossa paghetta è rappresentata dalle mille lire Montessori, o quella con la faccia di Giuseppe Garibaldi.

1000 Lire Montessori