Attenzione quando fai un bonifico online: ecco cosa può accadere

Questa è una delle operazioni più comuni quando si dispone di un conto corrente: un bonifico bancario. Si tratta di trasferire una somma di denaro dal tuo conto a un altro: chi effettua il bonifico è il mittente e il destinatario è il beneficiario del bonifico. Originatori e beneficiari possono essere persone fisiche o persone giuridiche, ovvero i bonifici possono avvenire tra persone reali, tra società o tra persone e società. I conti dell’ordinante e del beneficiario possono essere nella stessa banca, in diverse filiali della stessa banca, in banche diverse, in Italia o all’estero.

Beneficiari e pagatori possono coincidere: in questo caso, la proprietà dei fondi non viene trasferita da un soggetto all’altro, ma viene trasferita solo una somma tra due conti della stessa persona (o società): l’operazione non avverrà.

I bonifici sono il caso, ad esempio, di un professionista che trasferisce una somma da un conto corrente professionale a un conto casa.

Un trasferimento è un trasferimento sicuro di fondi senza la necessità di trasferire fisicamente i fondi da una parte all’altra. In linea di principio, questo è sempre vero a meno che il bonifico non venga effettuato in contanti, ovvero il pagamento in contanti allo sportello bancario. Qualunque sia la modalità che preferisci, a differenza del contante, un bonifico è tracciabile: dimostra che hai pagato.
Puoi effettuare un bonifico allo sportello bancario, accreditare la rimessa sul tuo conto o effettuare un pagamento in contanti (bonifico in contanti). In quest’ultimo caso, non puoi essere cliente di un’agenzia di credito. Oppure puoi effettuare il tuo bonifico online tramite il servizio di home banking (o online banking) del tuo conto corrente.

Che sia un bonifico online o allo sportello, ecco cosa ti serve per completarlo:

  • dati personali del beneficiario (indispensabili sono nome e cognome, se si tratta di una persona, o ragione sociale se è un’azienda).
  • L’IBAN (International Bank Account Number), il codice che identifica in modo univoco il suo conto, sintetizzandone sia il numero, che la banca e il paese dove è aperto.
  • La causale del bonifico, cioè il motivo del trasferimento di denaro.

Esistono diversi tipi di bonifici. La prima differenza è tra bonifici SEPA e bonifici esteri. Che cos’è un bonifico SEPA? Questo è il tuo classico bonifico bancario in euro, ad esempio se non vuoi utilizzare la tua carta di credito per pagare gli acquisti online, per pagare compensi professionali, ecc.

SEPA (Single Euro Payments Area) è un gruppo di 36 paesi (27 stati membri dell’Unione Europea e 9 altri paesi che non fanno parte dell’Unione Europea) dove puoi pagare e ricevere in Euro in modo sicuro, veloce e secondo regole comuni e strumenti Niente più differenze (nemmeno i costi) tra pagamenti nazionali ed europei. Tra gli strumenti di pagamento standardizzati, infatti, ci sono i bonifici SEPA. I bonifici esteri vengono invece utilizzati per effettuare pagamenti verso paesi che non fanno parte dell’area SEPA.

Quanto costa un bonifico bancario?

Le commissioni sono a tuo carico, se sei il mittente, e variano in base alla banca, alla modalità di bonifico (allo sportello o online, che è più conveniente), al bonifico SEPA o all’estero, nel caso di bonifico bancario istantaneo o normale. Dipende anche dal fatto che tu effettui un bonifico una tantum o un bonifico ricorrente, ovvero pagamenti ricorrenti con una certa frequenza, come canoni di affitto o rate del mutuo.