Canone Rai, ecco chi non dovrà più pagare: “pazzesco”

    20
    canone-rai

    Una “costrizione” di pagamento legata alla televisione rappresenta una condizione che non è mai andata giù alla maggior parte degli italiani, anche se formalmente esiste da ben prima dell’avvento della televisione nelle case. Risale addirittura a prima della seconda guerra mondiale una prima regolamentazione da parte dello stato in merito agli apparecchi in grado di sviluppare immagini e suoni attraverso un segnale dell’antenna. Il Canone Rai andrà incontro a nuovi cambiamenti, ma quali saranno?

    La tassa “indigesta”

    E’ stato confermato da diversi esponenti del governo infatti la ferma intenzione di allinearsi al resto dei paesi europei infatto di “calcolo” della tassa televisiva, che dal 2016 risulta essere legata alla fatturazione energetica (la bolletta della luce), pur attraverso una rateizzazione che prevede 10 rate da 9 euro l’una per altrettanti mesi. A partire dal 2023 la tassa Televisiva ritornerà ad essere “scorporata” e anche se sono in molti a fare richiesta di una dismissione (come hanno provveduto a fare da tempo altre nazioni che hanno ad esempio inserito l’imposta televisiva in altri contesti), è probabile che ci saranno aumenti in futuro, anche se non sono stati per ora resi ufficiali dettagli in merito.

    Canone Rai, ecco chi non dovrà più pagare: “pazzesco”

    Esistono già diverse esenzioni, che per l’appunto “esentano” alcune specifiche categorie di cittadini, come gli anziani Over 75 titolari di reddito non superiore a 8.000 euro, i militari delle Forze Armate Italiane e quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato oltre ad agenti diplomatici e consolar. Inoltre chi può dimostrare di non possedere alcuna TV può comunque fare richiesta di esenzione.

    Diversi rumors parlano di nuove possibilità di “eludere” il pagamento in modo legale, ad esempio inserendolo tra le spese burocratiche attraverso il modulo 730. Con uno “scorporamento” dalla bolletta saranno probababilmente garantite delle agevolazioni ancora non ben precisate, ma che saranno note entro la fine del 2022.

    canone-rai