Quanto valgono le Mille Lire con Maria Montessori? La verità lascia tutti senza parole

    67
    1000 lire

    Hai ancora qualche banconota di mille lire con Maria Montessori? Ecco quanto vale! Essa è un must-have delle lire,  stampata dal 1990 al 1998, amata da tutti. Un vero e proprio amarcord. Ha il volto di Maria Montessori, ma come mai? lei era un educatrice, pedagogista, neuropsichiatra, medico e filosofa. Una delle donne italiane più importanti  del XX secolo.

    Il metodo Montessori è tra i più seguiti al mondo per l’educazione dei più piccoli. Il suo volto lo troviamo anche su una 200 lire del 1980 e anche una moneta di due euro, anch’essa di gran valore.

    Mille lire di Maria Montessori: com’è

    La banconota da 1000 lire Montessori è stata prodotta in 1 milione di pezzi, una caratteristica facile da notare è che porta a sinistra del volto la filigrana. In controluce è possibile vedere il viso della Montessori e il monogramma riconoscitivo con la sigla B I (Banca d’Italia). Sono poi presenti le firme del Governatore della Banca d’Italia e del Cassiere.

    Qual è il valore?

    Qualora tu trovassi a casa alcune banconote da 1000 lire Montessori, puoi capire il valore dallo stato di conservazione e il numero di serie. Per quanto riguarda il primo punto, quelle che hanno una quotazione maggiore sono nella categoria ‘Fior di stampa’, vale a dire che lo stato di conservazione deve essere praticamente pari a quelle originali.

    Quelle di maggior valore a seconda del numero di serie

    La 1000 lire Montessori è stata stampata in differenti serie. Le banconote della prima serie, il cui codice inizia per AA e finisce per A, possono valere da 2 euro a 35 euro. Lo stato di conservazione è determinante: soltanto quelle in ‘Fior di stampa’ possono raggiungere la valutazione di 35 euro.

    Un valore particolarmente alto hanno le banconote con numeri seriali particolari. Ad esempio quelle che presentano 6 numeri uguali (111111) oppure una sequenza esatta di numeri (123456) oppure con cinque numeri 0 e un numero 1 (000001). In ‘Fior di stampa’ possono valere anche 100 euro.

    Il valore maggiore lo si trova nelle cosiddette serie sostitutive, ossia quelle utilizzate per sostituire pezzi difettosi. Essendo in numero molto minore, la loro quotazione è piuttosto alta. Per riconoscerle occorre sempre guardare il numero di serie. Se inizia con la lettera X, in particolare XA, XB, XC, XD, e se sono in ‘Fior di stampa’, allora possono raggiungere la valutazione di 200 euro. Le altre che iniziano con X valgono circa 15 euro.

    Online bisogna prestare attenzione, perché si può andare incontro a delle truffe, perciò meglio stare attenti e valutare bene le banconote che si hanno di fronte.