Questo libretto postale vale quanto una casa: ecco quale

    20
    libretto postale

    Da oramai oltre 10 anni Poste Italiane si occupa di numerosi servizi apparentemente non collegate a quello strettamente comunicativo, ma ha acquisito funzioni “finanziarie” anche piuttosto diversificate: in particolare prodotti come Postepay e il rinnovamento di quello che viene definito Risparmio Postale, che comprende tra l’altro i Buoni Fruttiferi Postali costituiscono la “base” per l’ente Nazionale, nonchè una concreta possibilità di avere accesso a servizi in precedenza appannaggio quasi totale delle banche. Il libretto postale è uno di quelli di maggior successo, che resiste ai cambiamenti tecnologici e culturali.

    Strumenti diffusi

    Si tratta infatti di una forma “depotenziata” di un qualsiasi tipo di libretto di risparmio, che permette di gestire e conservare il proprio denaro a costi molto vicini allo 0, pur non potendo contare sulle possibilità di un buono fruttifero. Il libretto postale può considerarsi un successo anche perchè legato al sistema pensionistico, infatti si tratta della principale forma di strumento utilizzato da una platea di persone che necessita di un “fondo” a costo 0 (o quasi) che è ben rapprersentato dal libretto postale.

    Questo libretto postale vale quanto una casa: ecco quale

    Anche i libretti postali sono soggetti al cosiddetto congelamento, ossia una forma di “standby” che scatta quando uno strumento di questo tipo non è utilizzato e quindi non trova movimentazione per un lasso di tempo superiore a 10 anni. Poste Italiane ogni anno si trova quindi ad avvisare preventivamente i titolari di questi libretti attraverso una comunicazione cartacea, esortandoli a movimentare il libretto per evitare la chisura, eventualità concreta che vede una scadenza fissa: dal prossimo 21 giugno 2022 infatti tutti i libretti dormienti (è presente la lista ufficiale presso questo indirizzo) saranno chiusi in maniera definitiva, e l’importo associato spostato su un fondo Consap. Alcuni di questi risultano avere all’attivo ancora migliaia di euro.

    Se conosciamo qualcuno che potrebbe aver “dimenticato” un libretto aperto anni fa, è l’occasione giusta per ricordarlo!

    libretto postale