Le 10 lire con la spiga ti faranno diventare ricco: ecco il valore

    37
    10 lire spiga

    Ti hanno detto che le 10 lire con la spiga ti faranno diventare ricco? In questo articolo ti parliamo del valore di questa piccola moneta così iconica per la storia monetaria italiana. Si tratta di una delle monete più diffuse in Italia nel secondo dopoguerra. La 10 Lire è stato, lungo il corso della storia d’Italia, uno dei tagli più utilizzati.

    La forte inflazione della seconda metà del ‘900 relegò questa moneta nel dimenticatoio, ma non tutti sanno che ha avuto corso legale fino al 2002, anno del definitivo ritiro delle Lire per l’introduzione dell’Euro. L’arrotondamento dei prezzi in lire avveniva almeno per centinaia negli ultimi anni di circolazione. E così la 10 Lire è rimasta nei cassetti per molti anni. Scopriamo qui che valore ha quella con la spiga.

    10 Lire con la spiga: com’è fatta la moneta

    La moneta è decisamente una delle più piccole (diametro di 23.2 mm), e veniva prodotta in lega metallica particolare chiamata Italma, che la rendeva molto leggera (1.6 grammi di peso). La prima versione della 10 lire con la spiga venne emessa nel 1951. Il simbolo di cui stiamo tanto parlando è presente sul rovescio: due spighe di grano che divergono, una rivolta in alto e l’altra a destra, vicino al 10 che indica il valore nominale della moneta.

    Sul verso denominato dritto presenta invece un aratro – altro simbolo di una Italia ancora principalmente ad economia contadina – circondato dalle lettere che formano le parole “Repvbblica Italiana” e poi dall’anno di conio e dalla “R”, simbolo della zecca di Roma. Prodotta, con una pausa decennale, dal 1951 al 2001, presenta tante versioni identiche per conio ma diverse per anno di produzione, che hanno anche un valore differente tra loro.

    Ecco il valore delle 10 Lire con la Spiga

    La moneta di maggior valore tra le tutte le 10 lire con la Spiga è quella coniata nel 1954: in stato Fior di Conio vale circa 110 Euro. Hanno un valore abbastanza elevato anche la moneta del 1965, che vale 35 Euro in stato Fior di Conio, e comunque ben 13 Euro anche per la versione BB, che dovrebbe essere la più comune. Molto interessante sapere però che quasi tutte le versioni coniate negli anni ’50 delle 10 Lire con la Spiga possono valere 30 Euro a moneta se sono in FdC. Pensate quanto si potrebbe guadagnare con un salvadanaio di 10 Lire degli anni ’50!

    Anche la moneta del 1991 ha un valore molto importante, perché la tiratura di quell’anno presentano un errore di conio ricorrente e riconosciuto. Come molti sanno, gli errori di conio riconosciuti possono moltiplicare di molte volte il valore delle monete. Le 10 Lire con la spiga del 1991 presentano nel rovescio spighe stampate “capovolte” rispetto al lato del dritto: se girate la moneta sull’asse verticale, i due lati appariranno capovolti l’uno rispetto all’altro. Questo particolare porta la moneta in FdC a valere fino a 70 Euro, mentre quella in stato di conservazione Splendido a circa 20 Euro.

    Le altre 10 Lire con la spiga valgono poco: dai pochi centesimi di Euro per le monete circolate, ai pochi Euro per le versioni FdC.

    10 lire spiga