Questa moneta da collezione vale €28.000: ecco quale. FOTO

Da sempre la numismatica è considerabile una delle principali “miniere d’oro” nell’ambito di informazioni e storicità: il termine definisce lo studio storico e scientifico della moneta in tutte le sue raffigurazioni e forme, termine che spesso viene associato a quello del collezionismo.

Tutti utilizziamo monete e banconote, ed anche quelle moderne racchiudono un’importante capitale in fatto di storia ed aneddoti di varia natura, che inevitabilmente rendono alcune monete più interessanti di altre. Una moneta racconta molto del periodo storico e del paese che l’ha coniata, ecco perchè la numismatica rappresenta qualcosa di estremamente affascinatante sia per gli storici che per i comuni appassionati.

Questa moneta da collezione vale €28.000: ecco quale. FOTO

Un esempio è costituito dalle vecchie lire: siamo portati a concepire come “vecchie” quelle utilizzate da noi, i nostri padri ed i nostri nonni anche se, la lira è formalmente “nata” prima dell’Unità d’Italia: molte emissioni particolarmente ricercate risultano infatti essere state concepite ed utilizzate proprio a partire dalla seconda metà del 19° secolo, esattamente come la moneta in questione.

Facciamo riferimento alla moneta da 10 lire Aratrice, sviluppata interamente in oro a partire dai primi decenni del Novecento e riproposta anche successivamente. Il termine Aratrice deriva direttamente dalla raffigurazione dell’aratrice, simbolo dell’Italia Agricola col fascio di spighe e l’aratro, mentre l’altra estremità è contraddistinta dal volto di Vittorio Emanuele III.

Si tratta di un’emissione anche in origine concepita per i collezionisti vista la tiratura più bassa di 7000 esemplari. Un esemplare del 1912 vale diverse migliaia di euro, fino a 10 mila aper un esemplare in perfette condizioni, ma può valere quasi il doppio un rarissima emissione del 1926 e 1927, coniata in poche decine di esemplari. Il valore massimo per un esemplare del 1927 è infatti pari a 28.000 euro, data “l’esclusività” e l’importanza storica. Questa valutazione è raggiungibile solo in caso di un esemplare in perfette condizioni.