Ecco quali BTP acquistare oggi per guadagnare a basso rischio

Stai cercando BTP da acquistare oggi per un investimento che ti consenta di guadagnare qualcosa a basso rischio? I buoni del tesoro poliennali – o pluriennali – sono ormai da moltissimo tempo considerati gli investimenti pluriennali più sicuri per eccellenza. Questo perché il capitale e un tasso minimo di interesse sono garantiti all’acquisto, a fronte di un impegno dello stesso capitale che sia fermo nel tempo. Il guadagno, poi, è sensibilmente maggiore in proporzione al tempo per cui si sottoscrive il buono del tesoro.

Negli ultimi anni il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha poi formulato il BTP ITALIA, una tipologia specifica del BTP che viene indicizzato all’inflazione. Si tratta di una ulteriore tutela per gli investitori che vedono il proprio capitale rivalutarsi anche seguendo l’inflazione, così riducendo il rischio di un investimento che, nei fatti, risulta quasi nullo al suo termine. Proviamo quindi a fare un quadro dei BTP disponibili e come essi possono essere acquistati.

BTP: cosa sono e quali sono acquistabili

I BTP sono delle obbligazioni a termine fisso (ma che può variare in base al buono sottoscritto, ndr) emessi di fatto dallo Stato attraverso il Dipartimento del Tesoro del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Hanno una cedola fissa posticipata, che viene pagata ogni sei mesi.

Le scadenze disponibili per gli investimenti al momento sono di 3, 5, 7,10, 15, 20, 30 e 50 anni. Le emissioni avvengono attraverso le aste marginali bimestrali. I BPT a 3 e 7 anni vengono emessi nella seconda settimana del mese, mentre nell’ultima settimana ci sono i BTP a 5 e 10 anni. I BTP a 15 e 30 anni rientrano nell’emissione della seconda settimana, ma vengono emessi in base alla domanda.

Il rendimento deriva da due fattori: il flusso cedolare, che in genere è predeterminato, e la differenza tra prezzo di sottoscrizione o di acquisto e valore nominale alla scadenza.

Come acquistare i BTP

Per i piccoli risparmiatori, è necessario sapere che non si possono acquistare i BTP direttamente, ma bisogna farlo attraverso intermediari autorizzati. Parliamo principalmente delle banche, oppure di imprese di investimento registrate alla Banca d’Italia. Bisogna manifestare l’interesse di acquisto al proprio intermediario ricordando che il minimo per l’acquisto è di 1.000 Euro o suoi multipli.

È possibile acquistare BTP in due modalità. La prima è la fase dell’asta di emissione: è ad esempio appena terminata la prima fase di emissione del BTP Italia 2022. Acquistare BTP in fase di prima emissione può risultare conveniente per evitare l’oscillazione del prezzo del valore del BTP. Diversamente i BTP possono essere acquistati sul mercato secondario, successivamente all’emissione. I mercati in cui vengono regolamentati gli scambi per i BTP già circolanti sono il MOT e l’MTS. Di questi, se siete piccoli risparmiatori, potrete accedere soltanto al primo, dove l’importo minimo è sempre di 1.000 Euro. Diversamente l’MTS è riservato a banche e imprese di investimento con importo minimo negoziabile fissato a 2 milioni di Euro.

btp