Quanto vale la moneta da €1 col gufo? La risposta sconvolge tutti

    54
    moneta gufo

    Anche se la quasi totalità della popolazione italiana ha oramai accettato l’euro, sia per una questione di abitudine ma anche per una relativa al “ricambio generazionale”: la valuta unica ha iniziato a sostituire la lira e le corrispettive precedenti valute dl continente a partire dal 2002, prendendone defintivamente il posto qualche mese dopo. Anche se molte emissioni, sopratutto quelle “minori” (come quelle da 1 e 2 centesimi) non hanno incontrato l’entusiasmo dei cittadini, quelle “maggiori”, nello specifico le monete da 1 e  2 euro sono state molto più rapidamente accettate.

    Probabilmente ciò è stato possibile anche per una questione estetica, oltre che di valore: queste due emissioni sono infatti bimetalliche, ossia costituite da due differenti tipologie di leghe metalliche, come le 500 e le 1000 lire che sono state diffuse nelle ultime decadi del secolo scorso. Come da tradizione, ogni emissione ha un lato che presenta l’Europa oltre al valore nominale, condivisa da tutte le nazioni utilizzatrici, e l’altra “personalizzata” dalle nazioni. L’emissione da €1 con il gufo rappresenta quella “standard” realizzata in Grecia.

    Quanto vale la moneta da €1 col gufo? La risposta sconvolge tutti

    In realtà l’animale raffigurato è un civetta, e non una civetta “a caso” in quanto la “spalla” della dea Atena, una delle divinità del panteon greco antico più riconoscibili ed importanti, in quanto rappresentava diverse virtù come la saggezza, la purezza e le arti, anche quelle belliche. Questa emissione, che “trae ispirazione” da una emissione da 4 dracme, diffusa in passato nella penisola ellenica, ha scatenato la curiosità di numerosi collezionisti a partire dallo scorso decennio: le monete del 2002 con la civetta infatti presentano una S in basso, al centro della stella posizionata in basso, che manca nelle altre annate. Per molti è stata considerata rara ma in realtà tutte le emissioni del 2002 presentano questa particolarità: la S sta per Suomi, ossia Finlandia, in quanto la zecca di questo paese ha prodotto le prime emissioni anche per conto della Grecia  non vale quindi più di quelle successive.

    Più interessante la moneta da €1 con la civetta del  2013 che può valere fino a 15 euro, in quanto prodotta in meno esemplari della media.

    €1 gufo