Ecco le previsioni di Dogecoin: “non crederai ai tuoi occhi”

    47

    Anche se “meno chiacchierato” rispetto a pochi mesi fa, il contesto criptovalute continua il proprio “percorso” che vede centinaia di migliaia di valute essere impiegate ogni giorno per lo sviluppo e l’investimento di numerosi investitori di ogni sorta. Tra le principali peculiarità che contraddistinguono tutte le crypto c’è il funzionamento che è sempre slegato a quello di qualsiasi altra forma di valuta tradizionale. Le criptovalute infatti non sono gestite da alcuna forma di autorità, governo o banca, che quindi potrebbe determinare il valore, che invece risulta essere sensibile esclusivamente in base alla richiesta delle valute: maggiore è questo, e più alto sarà la valutazione. Risulta quindi indispensabile prendere in considerazione l’aspetto “mediatico” di una valuta e Dogecoin è stata una delle prime a diventare riconoscibile.

    La genesi di Dogecoin corrisponde alla perfezione a quella di tante criptovalute sviluppate dal “nulla” o quasi, ma che a causa di alcune peculiarità, hanno raggiunto la popolarità. E’ stata sviluppata nel 2013 da due ingegneri di Adobe, incuriositi dalla tecnologia di Bitcoin, decisero di sviluppare una versione “parodistica” della prima criptovaluta vera e propria. Dogecoin infatti non è stata concepita per essere qualcosa di più di un gioco, pur essendo basata su una struttura interessante e all’epoca anche all’avanguardia. Grazie all’aspetto del logo, che rimanda ad un famoso meme del web, Dogecoin ha iniziato a conquistare la simpatia e l’apprezzamento di numerosi investitori come Elon Musk.

    Ecco le previsioni di Dogecoin: “non crederai ai tuoi occhi”

    Il valore è cresciuto gradualmente sopratutto a partire dalla seconda metà delo scorso decennio anche grazie alle “influenze” di Elon Musk, che ha da subito preso in simpatia la valuta: poco più di un anno fa è arrivato il “picco” di valore che ha visto un singolo DOGE superare il mezzo dollaro, mentre con il tempo il valore è calato. Proprio in queste settimane il magnate e personaggio pubblico ha ribadito la volontà di continuare a supportare Dogecoin che appare in netto calo del valore (oggi è valutato a 0,0661 dollari) e già questo è bastato per garantire un incremento del valore. Numerosi investitori stanno seguendo nuovamente il trend tracciato da Musk e sono in molti a considerare verosimile un nuovo rilancio di valore che potrebbe portare Dogecoin a ritornare sui livelli della seconda metà dello scorso anno, quindi intorno ai 20 centesimi di dollaro.