BTP con cedola garantita all’1,60%: ecco cosa dice l’esperto

    47
    Btp Italia

    Stai cercando informazioni sul BTP con cedola garantita all’1,60%? Si tratta del BTP Italia di Giugno 2022 messo qualche settimana fa, che ha avuto come “corredo” la notizia di questa cedola garantita con un interesse che, rispetto al recente passato, è parso interessante.

    Purtroppo – come forse già saprai – il BTP Italia è sottoscrivibile con le condizioni di emissione soltanto durante la prima fase di quest’ultima, aperta ai piccoli risparmiatori, e attraverso un acquisto che avviene con l’intercessione di un mediatore, e cioè la banca o un istituto finanziario. Oggi il BTP Italia 2022 con cedola garantita all’1,60% è di fatto già sul mercato e si può acquistare solo a determinate condizioni.

    BTP con cedola garantita all’1,60%: cosa fare oggi

    Se volete acquistare il BTP Italia 2022 BTP con cedola garantita all’1,60% dovrete necessariamente ricorrere al mercato secondario. Questo mercato si chiama MOT, è gestito dalla borsa italiana, sono presenti tutti i BTP emessi negli scorsi anni e ancora in corso di vita e validità. Per l’accesso e l’acquisto è sempre necessario rivolgervi alla vostra banca o ad un intermediatore finanziario.

    Acquistare oggi il BTP Italia 2022, però, significa dover necessariamente pagarlo più di quanto costasse in fase di emissione. Il differenziale sul prezzo originario si esprime in un numero che oscilla intorno al 100, quota canonica che definisce il prezzo di emissione, e oggi questo BTP è acquistabile vicino quota 103. Questo significa che il rendimento sia lordo che netto non coprirebbe la differenza di prezzo tra il prezzo iniziale e l’investimento. È plausibile che un esperto vi consiglierebbe di soprassedere per indirizzare il vostro capitale su altre forme di investimento.

    BTP, le alternative dell’esperto

    Se non sei convinto dell’investimento sul BTP Italia 2022, almeno al momento, ma vuoi comunque cercare qualcosa all’interno del vasto ventaglio dei buoni poliennali del tesoro, dovrai innanzitutto tarare il tuo obiettivo in base al tuo capitale di partenza e agli anni per i quali vorrai tenerlo fermo. Questi sono due parametri fondamentali per decidere su quale BTP puntare, e probabilmente ti conviene valutare tutto con il consiglio di un esperto consulente finanziario.

    Detto questo, buone possibilità in questo momento sembrano essere costituite da un BTP trentennale in scadenza nel 2027 il cui codice ISIN è IT0001174611 con rendimento a cedola fissa del 6.50% lordo e netto intorno al 5.69%. Per un investimento a medio-lungo termine si può guardare con interesse al BTP ISIN IT0005421703 emesso a settembre 2020 e scadenza nel marzo 2041, con cedola lorda dell’1.8% e rendimento netto al momento del 3.36%.

    Btp 5 anni