Se trovi le 10 lire con la spiga sei ricco: ecco quanto valgono

    46
    10 lire spiga

    Se trovi le 10 lire con la spiga sei ricco: te lo hanno detto in tanti? Il collezionismo numismatico si basa anche sulla possibilità di trovare tra i ricordi di famiglia qualche moneta che potrebbe valere qualcosa di importante. Alcune 10 Lire con la spiga possono avere un valore rilevante, ma bisogna conoscere bene la storia della moneta e le sue caratteristiche.

    Averne una di “quelle giuste” o magari un intero antico salvadanaio può portarti a possedere una piccola fortuna. Soprattutto se si considera il valore delle 10 lire nel momento del loro ritiro, nel 2002, quando erano forse già introvabili. La 10 Lire, infatti, è stata una delle vittime più illustri della clamorosa inflazione della seconda metà del XX secolo, ed è sparita dall’uso quotidiano molto prima delle altre monete in lire. Scopriamo qualcosa in più in quest’articolo.

    Com’è fatta la 10 Lire con la spiga

    La 10 Lire con la spiga è una moneta davvero molto piccola e molto leggera. Vennero coniate utilizzando l’Italma, una lega metallica che venne pensata proprio per la realizzazione delle lire. Queste 10 Lire pesano 1.5 grammi e sono grandi meno di 25 millimetri. Vennero immesse in circolazione per la prima volta nel 1951.

    L’incisione che la contraddistingue e che le dà il nome vede due spighe di grano divergenti poste vicino al valore nominale della moneta, un bel 10 canonico e sovraimpresso. Sull’altro lato della moneta troviamo l’incisione di un aratro, altro simbolo di una Italia ancora ad economia prettamente contadina.

    Circonda l’aratro la scritta Repubblica Italiana, e in basso si trova il millesimo dell’anno di conio. Ancora su questo verso troviamo il monogramma della zecca di Roma, la R che si trova tutt’oggi anche sui nostri Euro.

    10 Lire con la Spiga: ecco quanto valgono

    La moneta in questione è stata immessa in circolazione per circa mezzo secolo, con le prime versioni più numerose, e le ultime destinate principalmente al collezionismo. Questo ha portato ad un grandissimo numero di 10 Lire con la spiga tutte uguali tra loro, tranne che per il millesimo di conio, che a questo punto è considerato particolare fondamentale per determinarne il valore.

    Come per tutte le altre monete, rarità e stato di conservazione influenzano il valore della moneta di cui siete eventualmente in possesso. Purtroppo la maggior parte delle 10 Lire con la spiga non vale moltissimo, da pochi centesimi di euro a pochi euro.

    Discorso praticamente opposto per alcune monete specifiche: la 10 Lire spiga del 1954 in Fior di Conio vale oggi circa 110 euro, ed è alto il valore anche delle monete in stato di conservazione meno pregiato. Anche la versione del 1965 ha un valore rilevante: 35 Euro in Fior di Conio e circa 13 euro in BB. Quasi tutte le 10 Lire con la Spiga coniate nei primi anni, tra il 1951 e il 1959 possono valere fino a 30 euro se perfettamente conservate.

    Tra le 10 Lire con la spiga anche uno storico errore di conio: la moneta del 1991 venne stampata con gli assi rovesciati e vale oggi da 20 a 70 Euro a seconda del suo stato di conservazione.

    10 lire spiga