Se hai un conto in banca fai attenzione a questa truffa: ecco quale

    24
    conto in banca finto sms truffa bancaria

    Essere titolari di un conto in banca non significa solo avere la possibilità di gestire il proprio denaro ed accedere ad una serie di operazioni necessarie per la vita quotidiana. Purtroppo ci si espone facilmente anche alla possibilità di truffe e raggiri. Da quando poi l’online banking è diventato un aspetto basilare della gestione del proprio denaro, il rischio è ulteriormente aumentato.

    Non è infatti difficile per i truffatori mascherare le comunicazioni informatiche inserendo un mittente molto simile, quando non del tutto identico, a quello del vostro istituto bancario, di credito o finanziario. Queste comunicazioni contengono dei link pericolosi capaci di portare l’utente a fornire i dati personali del proprio conto a malintenzionati, mettendo a rischio tutti i propri soldi.

    Hai un conto in banca? Attenzione a questa truffa

    La Polizia Postale e delle Comunicazioni ha segnalato sul proprio sito ufficiale la presenza e la diffusione abbastanza capillare di una truffa che arriva via sms sugli smartphone dei correntisti di diversi istituti bancari. La segnalazione è del 24 Luglio scorso e si riferisce ad un tentativo di truffa specifico.

    Gli ignari correntisti ricevono un sms, da un mittente che il dispositivo identifica come “sistema IoSicuro”. All’utente nel testo dell’sms viene notificato un movimento sul conto corrente, del quale ovviamente non ha conoscenza. L’utente è così portato con l’inganno a cliccare su un link contenuto nell’sms, al fine di verificare l’operazione.

    Come tutte le truffe di questo tipo, l’urgenza di andare a guardare cosa sta succedendo sul proprio conto determina una fretta irresponsabile nel compiere un gesto che può essere pericolosissimo. Il link infatti apre una pagina-clone del sito della vostra banca, dove per entrare sarà necessario inserire i dati dell’home banking e il proprio numero di telefono. A quel punto per i truffatori sarà facile entrare nel vostro conto e rubarvi tutto.

    Truffa via sms destinata al conto in banca: come difendersi

    I consigli per evitare di cadere in queste truffe sono semplici da seguire, spesso si ripetono, ma fa sempre bene rileggerli. Potete trovarli anche sul sito della Polizia Postale.

    È prassi consolidata che le banche e gli istituti di credito non chiedano mai conferma dei dati personali via email o sms. I link inseriti all’interno di queste comunicazioni vanno ignorati, e le missive cestinate immediatamente. Contattate eventualmente in prima persona il vostro istituto di credito per chiedere informazioni sulla comunicazione ricevuta.

    Collegatevi sempre al sito della vostra banca utilizzando il login classico, e mai in ogni caso il link contenuto ni queste comunicazioni. Verificate, al momento dell’inserimento delle informazioni, la presenza del protocollo cifrato (https prima dell’indirizzo completo nella barra). Verificate la correttezza dell’indirizzo che volete visitare.

    Infine, segnalate ogni caso di comunicazione sospetta al sito della Polizia Postale.

    conto in banca finto sms