PostePay, ufficiale: sarà disabilitata. Ecco cosa sta succedendo

37
postepay novità disabilitata truffa

Hai ricevuto una comunicazione in cui si annuncia che Postepay sarà disabilitata e non sai di preciso cosa sta succedendo? È necessario che tu faccia estrema attenzione perché si tratta di una comunicazione potenzialmente pericolosa. È infatti una delle mail di phishing più diffusa dell’ultimo periodo. E il fatto che Postepay sia tanto diffusa in Italia sta facendo sì che mieta molte vittime.

PostePay ha infatti scalato le classifiche dei metodi di pagamento più utilizzati nel nostro paese. Sia con la versione Standard che con la versione Evolution, sono tantissime le persone che hanno scelto di usare PostePay per l’organizzazione delle proprie spese online e attraverso POS. PostePay standard è su circuito Visa mentre la Evolution e su Mastercard, e questo garantisce la massima operabilità. Scopriamo quindi cosa sta succedendo riguarda a questa comunicazione.

PostePay sarà disabilitata: ecco cosa succede

Diffida dalla comunicazione via email che ti dice che PostePay sarà disabilitata, e che magari in seguito ti invita a cliccare su un link per evitare il blocco della tua carta. Si tratta infatti di una truffa con le caratteristiche del Phishing. E cioè una mail tendenziosa che porta l’ignaro utente a fornire dati personali – e finanche l’accesso al conto e quindi al proprio denaro – ai criminali.

L’urgenza generata dal timore di perdere un metodo di pagamento, e con essi i propri soldi, spingono infatti le persone a seguire le indicazioni fornite in queste comunicazioni finte e criminali. Se hai una PostePay hai certamente anche un accesso ad un’area clienti del sito di Poste Italiane. Senza cliccare sul link inserito nella email, prova ad entrare nella tua area del sito Poste e verifica il corretto funzionamento della carta. Poni la massima attenzione anche ad SMS dello stesso tenore, sono ugualmente pericolosi. Cerca di ignorare e cestinare queste email.

PostePay disabilitata: come muoversi

D’altra parte esistono tanti casi per cui la PostePay può essere disabilitata per altri motivi, reali e seri. Se vi è accaduto, qui potrete capire come fare per riattivarla. Ricordate che la disabilitazione è in genere un provvedimento prudenziale che l’esercente (in questo caso Poste Italiane) o il cliente prendono soprattutto in seguito al pericolo che la carta finisca nelle mani sbagliate.

La disabilitazione automatica parte, nel caso più frequente, quando si sbaglia per tre volte di seguito l’inserimento del PIN. Se siete ad un Postamat o ad un altro ATM, la carta verrà trattenuta. Se invece sarà Poste Italiane a notare dei movimenti sospetti, bloccherà la carta in automatico per tutelarvi da un eventuale furto o uso indesiderato. Se non avete subito alcuna di queste cose potete riattivarla abbastanza rapidamente chiamando il servizio clienti al numero verde 800.00.33.22.

La procedura appena descritta è quella idonea anche nel caso in cui state stati voi a bloccare la carta, magari per averla smarrita, in seguito ad un ritrovamento. La PostePay viene disabilitata in automatico anche quando scade: nel momento in cui supera la data riportata, è necessario recarsi presso gli sportelli per chiederne la sostituzione.

Solo nel caso in cui la carta venga bloccata d’autorità da Poste Italiane, per violazione delle norme antiriciclaggio o per altre attività sospette, che costituiscono uso irregolare della carta, non sarà possibile riattivarla.

postepay novità disabilitata