Quanto valgono le lire con l’ape? La risposta sconvolge tutti

35
moneta belga errore conio 100 lire timone ape

Difficile quantificare il “peso specifico” che la lira nell’arco dei suoi quasi due secoli di “vita” ha avuto sul nostro paese, in particolar modo considerando il contesto, che ha visto enormi cambiamenti di tipo sociale, politico ed economico. La prima “tipologia” di lira risale al regno italiano di Napoleone, ossia quello sostanzialmente “fantoccio” della Francia imperiale, e sotto altre forme la valuta è stata adottata anche dai regni e ducati pre unitari del nord del paese. Con la proclamazione dell’Unità d’Italia nel 1861 la lira è divenuta la valuta ufficiale del Regno d’Italia, e vi è rimasta fino al 2002 con l’istituzione dell’euro, pur con diversi cambiamenti adoperati con l’istituzione della Repubblica, nel 1946. Tra le varie monete spicca quella con l’ape, da sempre simbolo di atteggiamento laborioso e dedizione al lavoro.

Quanto valgono le lire con l’ape? La risposta sconvolge tutti

Nel corso della storia varie emissioni hanno visto “l’adozione” dell’ape, come la piuttosto conosciuta emissione da 10 lire realizzata in rame, sviluppata nella prima metà del 20° secolo. Come quasi tutte le emissioni che sono state realizzate durante il regno d’Italia presenta il volto del re, in questo caso Vittorio Emanuele III. La moneta da 10 centesimi Ape, così chiamata per la raffigurazione di un’Ape su un fiore che raccoglie il polline è stata coniata a partire dal 1919 fino al 1937. Gli esemplari degli anni 30 possono valere da 15 fino a 100 euro a seconda delle condizioni di conservazione, ma la più ricercata è quella del 1919, che è la più rara, al punto che può far guadagnare fino a 800 euro.

moneta ape

Anche con l’Italia repubblicana ha sviluppato un’emissione con un’ape, dal valore di 2 lire, coniata nella seconda metà del 20° secolo. Conosciuta come Olivo, è relativamente facile da trovare tra i collezionisti e non vale moltissimo ma  alcuni esemplari come quelli del 1958, molto più rare di altre annate, vale da 100 fino a 600 euro, a seconda delle condizioni di conservazione.

lire ape