Se hai la moneta con il gufo sei ricco: ecco perché. “Pazzesco”

    45
    moneta-1-euro gufo €1 euro moneta

    Il denaro rappresenta la principale condizione “valutaria” che ci permette di fruire di beni e servizi, tutti i giorni da oramai molti secoli: anche se sta attraversando un processo di digitalizzazione che lo sta portando a diventare sempre più “digitalizzato” e meno “fisico”, la forma tradizionale costituita da monete e banconote rappresenta da sempre fonte di grande fascino storico e culturale. Infatti le monete sono state una delle prime forme di strumenti economici che hanno sostituito il “monopolio” del baratto: le monete infatti sono state una delle prime forme di valuta dal valore definito, solitamente posto su una delle superfici, che hanno permesso di sviluppare il commercio in maniera molto più evoluta. La moneta quindi rappresenta una conquista sotto tutti i punti di vista ma anche tratto distintivo di civiltà e culture specifiche.

    Emissione Omaggio

    La moneta con il gufo oggi più diffusa è quella dal valore di 1 euro, coniata dalla Grecia, uno dei paesi membri dell’Unione Europea che come accaduto per il nostro paese e la quasi totalità dei paesi utilizzatori ha deciso di utilizzare la valuta comunitaria a partire dal 2002. Il gufo, che in realtà è una civetta, èa la rappresentazione comune su tutte le emissioni dal 2002, e rappresenta una forma di “omaggio” ad una specifica moneta dal valore di 4 dracme dell’epoca antica, che pure recava questa raffigurazione. La civetta non è una scelta a caso, in quanto era uno degli animali che facevano da “spalla” alla dea Atena, simbolo di saggezza e caparbietà, divinità delle arti ma anche della guerra dell’antico pantheon ellenico.

    Se hai la moneta con il gufo sei ricco: ecco perché. “Pazzesco”

    Emissione comune, ha comunque un certo valore collezionistico: le emissioni del 2002 hanno conquistato l’attenzione e l’interesse dei collezionisti a causa di un dettaglio che è visibile proprio al di sotto della civetta, ossia una S presente all’interno della stella. La S ha un significato molto semplice da spiegare, infatti sta per Suomi, Finlandia, in quanto proprio questo paese ha coniato le monete della Grecia durante i primi tempi. Queste emissioni tuttavia non sono più rare di altre e non valgono più del valore nominale.

    Decisamente più interessante la moneta del 2013, anno in cui ne sono state coniate in minor quantità: una moneta in eccelenti condizioni vale fino a 15 euro.

    €1 gufo