Quanto valgono le 10 lire con la spiga? La risposta è sconvolgente

    43
    10 lire spiga

    La lira italiana è ancora “impressa” nelle menti di milioni di italiani, in quanto l’impatto culturale nel nostro paese da parte della storica valuta perdura ancora oggi, a distanza di esattamente vent’anni dall’arrivo dell’euro, che come accaduto per quasi tutte le valute monetarie europee, è stata sostituita proprio dalla moneta unica comunitaria. Dopo alcuni mesi di “ambientamento”, in cui euro e lira hanno di fatto “convissuto”, a  partire dal 1° marzo 2002 la lira è andata ufficialmente in pensione ed è diventata immediatamente un pezzo da collezione. Tra le monete più diffuse della storia italiana spicca la 10 lire con la Spiga, che è stata anche l’ultima emissione di questo taglio della storia della valuta italiana.

    Quanto valgono le 10 lire con la spiga? La risposta è sconvolgente

    Coniata dal 1951 fino al 2000 ma diffusa sopratutto fino agli anni 90, la 10 lire Spiga è stata coniata in quasi due miliardi di esemplari e per forza di cose ancora oggi non è così rara da trovare in vecchi salvadanai o borsellini. Realizzata in una lega molto diffusa nel Novecento, conosciuta come Italma (basata sull’alluminio), la 10 lire Spiga acquisisce questa denominazione dalla presenza di due spighe di grano presenti sul dritto della moneta, accanto al valore nominale mentre in basso è presente la firma dell’incisore Romagnoli. L’altro lato è contraddistinto da una aratro, sormontato dalla dicitura della Repubblica Italiana, mentre in basso è presente l’anno di coniatura.

    Gli esemplari più interessanti risalgono al 1954: a seconda delle condizioni di conservazione una 10 lire di questo specifico anno vale da 10 fino a oltre 100 euro, se in condizioni assolutamente perfette. Particolarmente interessanti gli esemplari del 1991 riconoscibili per un evidente errore di conio: il verso, ossia il lato con il timone, risulta capovolto in queste particolari monete che non a caso sono particolarmente ambite dai collezionisti, in quanto il valore può arrivare fino a 150 euro per un esemplare particolarmente ben tenuto.

    10 lire