Se trovi le 500 Lire con la Caravelle all’inverso sei ricco: FOTO

33

In questo articolo andremo a parlare di una particolare moneta rara che, in ottime condizioni, arriva a valere fino ai 12 mila euro.

Monete rare e di valore

Abbiamo già visto altre monete rare che oggi giorno hanno un valore cospicuo, come la maggior parte di quelle che rappresentano re Vittorio Emanuele II o Vittorio Emanuele III. Altre monete antiche sono oggi rare a causa del circolazione della moneta odierna: l’euro. Le vecchie lire, quali banconote o monete, diventano giorno dopo giorno sempre piu’ rare.

L’edizione prova delle 500 Lire con le Caravelle inverse

Tra le varie monete che oggi raggiungono valori da capogiro grazie alla loro rarità o difetto di conio, una moneta da 500 lire con caravelle inverse è sicuramente una di quelle che tutti vorrebbero ritrovarsi a casa.

L’edizione prova della 500 Lire Caravelle risale al 1957 ha caratteristiche che hanno contribuito a farla etichettare come Moneta Rara di altissimo valore economico sono due.

La prima caratteristica riguarda rarità perché si tratta di una moneta in versione prova. Le monete che portano il difetto di conio sono contraddistinte dall’incisione di una piccola “p” su di un lato, dovuta al basso numero di esemplari coniati. Ad oggi se ne contano solamente 1.004.

La seconda caratteristica che riguarda la moneta è il particolare fisico che la rende diversa e unica: le vele delle tre caravelle che sono spiegate al contrario, ovvero controvento. Per essere precisi, sono le bandiere poste sulla cima degli alberi maestri ad essere controvento. Questa particolarità ha reso le monete da 500 lire con la caravelle inverse una del più ricercate nel mondo. Immaginate, un solo esemplare può avere un valore di 12mila euro! Niente male come bottino. Dunque, se siete tra i fortunati ad avere da parte questa rarissima moneta, state certi che tra le mani avete un tesoro.

C’è da sottolineare, comunque, che il valore delle 500 lire con le bandiere “al contrario” si basa non solo sull’edizione prova, ma anche sullo stato di conservazione. Lo stato di conservazione FIOR DI CONIO è il massimo che un collezionista o professionista può desiderare.

In ogni caso, è certo che con la vendita di una 500 Lire Caravelle “al contrario” non si ricavano meno di 3.000 euro per gli esemplari tenuti discretamente. In ottimo stato di conservazione, fior di conio, il loro valore aumenta fino ad un massimo di 12mila euro.