Il primo francobollo della storia: ecco quanto vale – FOTO

65
Francobolli primo francobollo

L’invenzione del francobollo, che coincide con l’ideazione dell’affrancatura, ha indiscutibilmente avuto un enorme peso pratico e concettuale in tutto il mondo della corrispondenza postale: la funzione del francobollo è quello di una franchigia (il termine filatelia deriva dal greco filos, amore/passione e atelia, franchigia), ossia una forma di tassa anticipata pagata dal mittente e che quindi porta il destinatario a non dover pagare nulla.

Il primo francobollo della storia: ecco quanto vale – FOTO

Quasi immediatamente i francobolli sono divenuti molto popolari vista la loro funzione pratica. La versione conosciuta del francobollo presenta un valore nominale espresso sulla parte frontalte, una dentellatura così da migliorare l’azione dei distacco tra gli esemplari dal medesimo foglio.

Il primo francobollo del mondo, che ha determinato lo sviluppo di tutti gli esemplari successivi risale al 1840 e corrisponde al nome di Penny Black, dal valore di 1 penny  dalla colorazione bicolore, bianco e nera. Concepita da Rowland Hill, un funzionario britannico, il Penny Black ha avuto una “carriera” non così lunga, risultando attivo per un solo anno, ma ala sua influenza è stata importantissima per evidenziare i vantaggi nell’utilizzo dell’affrancatura.

Riporta il volto di profilo della Regina Vittoria, mentre manca la dentellatura, ma è già presente la parte gommata sul retro.

E’ un pezzo fondamentale da avere nella propria collezione, anche perchè pur essendo di fatto un pezzo pionieristico non è così raro come altre emissioni, ad esempio un’asta famosa come Bolaffi vende alcuni esemplari in buone condizioni a poco più di 500 euro, mentre esemplari tenuti perfettamente possono valree fino a 3000 euro.

Discorso diverso per il primo esemplare in assoluto messo in circolazione di questa collezione, risalente proprio al 1840, dietro certificazione ufficiale da parte della Corona britannica. La valutazione in questione infatti risulta essere molto più importante dato il valore storico dell’emissione, e l’esemplare è stato valutato su una base d’asta tra i quattro e i sei milioni di sterline.

primo francobollo