Bonifici online, nessuno lo dice: ecco cosa rischi quando li fai

    24
    bonifico bonifico segnalato Bonifici Bonifici istantanei

    Il bonifico è una delle forme di “trasferimento” di denaro tra due parti più comuni ed utilizzate in assoluto, nonchè una delle forme più “antiche” di denaro elettronico. Con la digitalizzazione, portata avanti da alcuni anni, anche i non correntisti possono fare largo uso di diverse tipologie di bonifici, in quanto per poterne fare utilizzo è sufficiente essere dotati di una tessera o un conto anche gratuito purchè munito di codice IBAN, l’identificativo che serve come “metodo di riconoscimento”. Il contesto dei bonifici si è recentemente ampliato con varie tipologie rispetto al passato, ma quali sono i rischi?

    Tipologie varie

    Dal punto di vista fiscale, i bonifici rappresentano la migliore soluzione per lo stato ed in generale per qualsiasi forma di potere costituito. Ciò è dovuto alla loro struttura intrinseca, che è fortemente tracciabile quindi rappresenta una sorta di “manna” dal punto di vista legale. Per questo motivo non esistono veri e propri limiti di importo per i bonifici che fanno parte dell’area SEPA, ossia quelli “di default” che sfruttano i circuiti europei dell‘area omonima. Questi sono sensibilmente più rapidi di quelli ordinari, ma esistono anche altre varianti, come il bonifico con addebito in conto corrente, quello continuativo (utilizzato ad esempio per pagare servizi a “scadenza”, come gli abbonamenti), e il bonifico istantaneo.

    Bonifici online, nessuno lo dice: ecco cosa rischi quando li fai

    Quali sono i rischi? Essenzialmente pochi, sopratutto se, per importi piuttosto alti (sopra i 5000 euro) si ha l’accortenza di specificare una causale, ossia la “motivazione” che porta alla transazione di denaro. Ogni bonifico gode di una sorta di “tutela” da parte della banca e sopratutto per quelli europei, sono rimborsabili, eccetto il bonifico istantaneo. Questo infatti per sua stessa natura deve essere utilizzato solo tra persone molto fidate perchè risulta essere molto difficile “dimostrare” un pagamento in un secondo momento. Ecco perchè è da sconsigliare per pagare ad esempio un compratore.

    bonifico Bonifici