Se trovi queste 200 Lire diventi ricco all’istante: ecco quali cercare

30

Le monete rare sono sempre più all’ordine del giorno e per questo motivo abbiamo scelto le 200 Lire del vecchio conio. Si tratta di una particolare moneta che, se trovata all’interno dei nostri vecchi portafogli, potrebbe letteralmente cambiarci la vita.

Abbiamo più volte sottolineato, infatti, che vi sono tantissimi pezzi appartenenti alle vecchie Lire che al giorno d’oggi valgono veramente tantissimo. Uno di questi è proprio quello da 200 Lire, utilizzato durante lo scorso millennio in maniera veramente molto massiva.

200 Lire Rare: quali cercare

Non sono chiaramente tutti i pezzi da 200 Lire quelli che oggi hanno un valore molto elevato. Bisogna trovare nella propria casa quello giusto e vi spiegheremo come fare per riconoscerlo. Sono state emesse tantissime tipologie di questa moneta durante lo scorso millennio e solo alcune valgono una vera e propria fortuna.

Per la precisione sono tre le monete da 200 Lire che si devono ricordare e tenere in considerazione. Innanzi tutto la moneta “prova” che è stata emessa nel 1977, poi le “Circolanti” che sono state utilizzate dal 1977 al 2001 ed infine le commemorative che sono state utilizzate tra il 1980 ed il 1999.

200 Lire Prova: quanto valgono?

E’ sicuramente quella più rara per un vero e proprio errore di conio. Questa moneta infatti non sarebbe dovuta circolare tra le mani degli italiani e così non è stato. Per questo motivo in giro ce ne sono veramente molto poche. Riconoscerla è molto semplice.

La moneta prova da 200 Lire ha un diametro di 2,4 centimetri ed il suo peso è di circa 5 grammi. Così come tutte le altre sue “sorelle” è in Bronzital, una lega molto particolare di bronzo che è composta da alluminio e rame. A questa, dopo il 1968, fu aggiunto anche il Nichel per completezza.

L’emissione della moneta prova da 200 Lire è stata nel 1977 e questa viene classificata con il simbolo “R” tra le monete rare. Infatti in circolazione sono state solamente 1500 esemplari. Essa sul fronte contiene la scritta “PROVA” ed è proprio questo a garantirle un valore veramente molto alto.

Secondo alcuni esperti infatti questa potrebbe addirittura arrivare a valere più di 15 mila euro se si trova in condizioni perfette. Come sottolineiamo in tutti i nostri articoli sulle monete rare, infatti, è sempre giusto ricordare che vendere una di queste monete non è semplicissimo.

Bisognerà trovarla in Fior di Conio se si vuole veramente guadagnare. Basta infatti un minimo segno o una minima macchia per poter far scendere il valore di tantissimo. Anche un piccolo segno di usura potrebbe non garantirvi il prezzo da voi aspettato. E’ successo più volte, purtroppo, che alcuni nostri lettori ci contattassero dicendo di possedere monete rare ma al momento della vendita non veniva rispettato quel valore elevato.