Conto in banca, non superare mai questo limite: “attenzione”

    31

    Quanto è meglio tenere nel tuo conto corrente? Non è così semplice come sembra. Cominciamo con l’ovvio: non andare mai in rosso, poiché questa situazione condanna il pagamento di interessi elevati. Tuttavia, secondo gli esperti, è meglio non superare i 5000 euro, insomma una cifra piccolissima.

    È anche ovvio che se ci sono pagamenti importanti, è meglio non tenere su un conto una quota di risparmio così bassa: il risultato sarà infatti un’altra perdita di denaro e poi il dover pagare alla banca interessi e commissioni. Ma qualcuno dice: è meglio non tenere troppe scorte sul conto. Perchè mai? In effetti, avere troppi soldi in un conto corrente può comportare un reddito da interessi vicino allo zero e, al contrario, prodotti più redditizi come i conti di deposito possono aumentare il reddito da interessi.

    Anche in questo caso, la ritenuta d’acconto del 26% incide sugli interessi sul titolo.

    Se da un lato non devi perdere soldi, dall’altro, per il tuo conto corrente, non superare mai i 5000 euro. Spieghiamo perché.

    Conto Corrente: Non superare mai questo importo sul conto

    Solitamente i pagamenti vengono effettuati all’interno del saldo del conto corrente.

    Tuttavia, in alcuni casi, questi limiti vengono superati: il pagamento supera l’importo disponibile sul conto corrente e perderai denaro. Se si verifica una perdita, è necessario pagare alla banca interessi e commissioni rosse. Per evitare di pagare interessi e spese bancarie, è consigliabile non perdere mai denaro, ma è meglio non versare troppi soldi sul conto corrente.

    Troppi soldi nel tuo conto corrente comportano:

    Gli interessi attivi sono prossimi allo zero, mentre prodotti più redditizi come i conti di deposito garantiscono interessi più elevati;
    ritenuta d’acconto del 26% sugli interessi ricevuti dall’inventario;

    Fatte le dovute premesse, è chiaro che l’ideale sarebbe mantenere un saldo medio non superiore a 5.000 euro sul conto corrente e investire i propri risparmi in prodotti più redditizi. Questa soluzione è per chi non ha commissioni ricorrenti superiori a 5.000 euro, altrimenti andrebbe in perdita e dovrebbe pagare interessi e commissioni alla banca.

    L’importanza di una buona gestione del bilancio familiare

    Una buona gestione del bilancio familiare e una buona pianificazione finanziaria aiutano a comprendere meglio le nostre esigenze di spesa ea gestire i saldi di conto corrente.

    I bilanci delle famiglie devono essere costruiti utilizzando una scheda mensile (online o cartacea), che deve indicare il reddito mensile (stipendio, pensione, reddito da investimento, ecc.), le spese (base e eccedenza) e l’eventuale importo utilizzato per risparmiare entrate e uscite. Il risparmio comprende quella quota di reddito che non è immediatamente destinata al consumo, ma può essere accantonata per esigenze future, rendendola redditizia attraverso diverse forme di investimento.